mercoledì 28 maggio 2008

eBay e le nostre Poste

E' notizia di qualche giorno fa che molti eBayer non spediscono in Italia perchè il nostro sistema postale è considerato inefficiente. Pacchi che non arrivano o arrivano estremamente in ritardo, dipendenti postali che aprono i pacchi e condizioni di spedizione che raramente sono rispettate. Insomma, siamo un paese con un sistema di spedizione non degno di chiamarsi tale.
Personalmente uso eBay da qualche anno come acquirente e ho sempre preferito utilizzare i corrieri privati che, purtroppo, anche io ritengo più affidabili (soprattutto perchè hanno un sistema di tracking che ti consente di sapere esattamente dove si trova la merce acquistata). Di tutta questa storia, oltre al fatto di avere un servizio postale inefficiente, quello che mi da più fastidio è che in un sistema di e-commerce dove potenzialmente non esistono limitazioni in termini di accessibilità ai prodotti, queste limitazioni poi vengano create da sistemi "esterni" all'e-commerce con un danno per gli utenti e per l'e-commerce stesso. E mettiamo un'altra tacca al digital divide. Per non parlare del danno d'immagine al sistema Italia, che già non naviga in buone acque, che ne deriva.
Voi comprereste da un venditore italiano che spedisce con le Poste?

1 commento:

Raffaella ha detto...

Sì però i corrieri privati costano di più e allora se spendi tanto vale la pena altrimentinon resta che affidarsi alle poste. io per esempio ho spedito dei libri con raccomandata e m ison otonrati indietro per un errore nell'indirizzo. voi pensate che qualcuno mi abbia avvisato che i pacchi erano tornati indietro? figuriamoci. Io dopo un mese avvisata dal destinatario sono andata alla ricerca del pacco perduto. Un'Odissea: prima di cpaire dove stava e con chi dovevo parlare ho sprecato una mattinata. Pur sapendo dove stava la raccomandata eprchè avevo fatto il tracking sul sito delle poste.