giovedì 5 febbraio 2009

BootB

Ovvero "Brands Out Of The Box", un modo nuovo e sicuramente non convenzionale di intendere il processo creativo.
Venerdi scorso ho incontrato a Roma Pier Ludovico Bancale, fondatore e CEO di questa start-up innovativa che si pone come obiettivo quello di scardinare il consueto processo creativo a cui le aziende sono ormai assuefatte.
E quale miglior modo di farlo se non quello di "sfruttare" la rete come facilitatore di connessioni?
BootB in poche parole è un marketplace della creatività, passatemi il termine, dove le Aziende (che hanno bisogno di quel bene sempre più prezioso che è la creatività distintiva) possono entrare in contatto con le migliori "menti creative" del pianeta. Come funziona? Semplice, un'azienda che decide di utilizzare BootB, inserisce online un brief che verrà recepito worldwide da tutti i creativi che aderiscono al network i quali, se decideranno di partecipare alla gara, cominceranno a sviluppare le loro proposte creative. Man mano che vengono sviluppate, le proposte verranno inserite online (anonime e visibili solo all'azienda richiedente). L'azienda si troverà quindi "unlimited creativity" da valutare e tra cui scegliere.
Riuscite ad immaginare il potenziale? Non esisteranno più barriere geografiche, si avrà la possibilità di entrare in contatto con creativi che hanno approcci culturali completamente diversi da quelli a cui siamo abituati (e proprio per questo potrebbero sviluppare quell'idea che mancava) e finalmente si potrà scegliere davvero l'idea che si ritiene vincente e non, come spesso accade, la meno peggio tra quelle proposte da una singola agenzia.
La morte delle agenzie di creatività come le abbiamo conosciute finora è vicina...

3 commenti:

Antonio.DiLeva+bnl ha detto...

Sono convinto che sia veramente una gran cosa!!?
Le sue potenzialità sono enormi: elimina le distanze e permette ad un creativo di poter partecipare a creazioni che non avrebbe mai potuto raggiungere... entusiasmante l'idea di poter presentare una proposta creativa ad un'azienda che geograficamente si trova chissà dove, che non avrei sicuramente mai potuto contattare...inoltre noi creativi possiamo avere maggiori possibilità di vendere le nostre "creature"... quanti gli attacchi d'arte rimasti chiusi in una folder di qualche hard disk remoto??? :-) E se si potessero sfruttare le nostre idee per poterle vendere? In questo modo è eliminato il problema di cercarne il possibile acquirente...
Mi vado subito a regiastrare!! Grazie Ric... come al solito i tuoi post sono sempre utili e interessanti!?!

manuela ha detto...

Mi sembra geniale! Funzionerà sicuramente.

Franck ha detto...

GRAZIE! E NON E' TUTTO...

Ho verificato come funziona nel dettaglio.

Allora: se vinci vendi la tua proposta e fai soldoni

Se non vinci BootB cancella la proposta dal database quindi la puoi vendere ad altri clienti.

E se nel frattempo l'azienda a cui l'hai mandata tramite BootB la utilizza senza averla comprata, BootB ti supporta nella causa legale dimostrando che l'azienda l'ha letta in data X-Y-ZZZZ ed i soldoni li prendi lo stesso (con gli interessi legali :)))

STRAFIGATA!!!